Visti Online e Legalizzazioni

Scopri cosa è un visto consolare

Il Visto consolare è un permesso mediante il quale il Console di uno Stato riconosce validità ad un passaporto italiano consentendo al titolare di entrare nel proprio territorio e di uscirne.

Esistono vari tipi di visti: i principali sono il visto per affari ed il visto per turismo. Per il rilascio del visto, naturalmente, ogni Consolato richiede la presentazione di una serie di documenti, le foto del richiedente e la compilazione/sottoscrizione di formulari ad-hoc, oltre al pagamento di diritti di importi differenti. Molto raro è il rilascio del visto gratuito, mentre è spesso prevista la richiesta di diritti d’urgenza.

I tempi per la lavorazione della richiesta sono stabiliti da ogni Rappresentanza e cambiano da Stato a Stato. Tutta la documentazione, i diritti consolari ed i tempi di rilascio del visto possono cambiare improvvisamente, a giudizio insindacabile del singolo Consolato, anche per pratiche già presentate.



A cosa serve il visto consolare?

Il visto consolare serve per consentire l’ingresso di un cittadino italiano in una Nazione estera che lo richiede. Per agenzie di viaggi e utenti business registrati, il sito Prontovisto fornisce, per ogni Nazione, tutte le informazioni e le formalità burocratiche aggiornate per l’ingresso dei cittadini italiani. Su insindacabile decisione del Consolato interessato, tali informazioni potranno subire anche improvvise variazioni.

Come si ottiene un visto consolare?

Per la richiesta ed il rilascio del visto Consolare, è necessario presentare al Consolato interessato una documentazione che normalmente comprende il passaporto in corso di validità, la compilazione dei moduli consolari (disponibili sul nostro Sito nell’area riservata ad agenzie di viaggi e utenti business registrati), debitamente sottoscritti e corredati dalle foto.

Il Consolato potrebbe richiedere un’ulteriore documentazione, come ad esempio la sottoscrizione di polizze Assicurative per la copertura di spese mediche/chirurgiche, i cui Contratti sono disponibili sul nostro Sito.

La procedura per la presentazione della richiesta dei visti presso i Consolati è piuttosto complessa, in quanto richiede sempre l’obbligo di presentarsi personalmente, quasi sempre più volte, ad orari prestabiliti, presso gli Uffici del Consolato. L’espletamento della pratica prevede lunghi tempi di attesa, con notevole perdita di tempo, che sarà completamente eliminata rivolgendosi a Prontovisto, società autorizzata a richiedere il visto consolare in nome e per conto della sua clientela.

Che tipi di visti esistono?

La principale suddivisione dei visti consolari riguarda la motivazione del viaggio. Ad esempio i visti Turismo sono indicati per i viaggi di piacere, mentre i Visti Affari consentono di stipulare contratti, effettuare transazioni economiche ed espletare attività di tipo professionale e normalmente richiedono, per essere rilasciati, l’invito da parte di una Società nella nazione di destinazione

Che differenza c’è tra periodo di validità e durata del soggiorno?

Periodo di validità – è il tempo entro il quale il richiedente può entrare nel Paese straniero. Ad esempio, se un visto ha un periodo di validità di tre mesi dal rilascio, vuol dire che il richiedente può entrare nel Paese straniero soltanto entro i tre mesi dal giorno in cui il visto è stato rilasciato. Trascorso questo periodo, il visto non può più essere utilizzato ed il titolare del Passaporto, per poter entrare in quella Nazione, dovrà presentare una nuova richiesta.

Durata del soggiorno – indica il numero di giorni effettivi durante i quali il titolare del Passaporto può rimanere nel territorio della Nazione straniera. Ad esempio, se un visto indica una durata del soggiorno di 30 giorni, il titolare del Passaporto dovrà obbligatoriamente lasciare il Paese entro 30 giorni dalla data di ingresso.

Che differenza c’è tra visti singoli, doppi e multipli?

Visti singoli o visti a singola entrata: il titolare del Passaporto può entrare ed uscire una sola volta dal Paese straniero. Una volta entrato ed uscito, con quel visto non potrà più entrare nel Paese, anche se esso non è ancora scaduto e la durata del soggiorno non è ancora terminata. Per poter entrare nuovamente nel Paese, il titolare del Passaporto dovrà presentare una nuova richiesta, anche se la durata di soggiorno che gli è stata concessa è più lunga di quella da lui effettivamente utilizzata.

Visto doppio: consente di entrare ed uscire dal Paese due volte con lo stesso visto, sempre rispettando il periodo di validità del visto e la durata del soggiorno concessa.

Visto multiplo: consente di entrare ed uscire dal Paese più volte con lo stesso visto, sempre rispettando il periodo di validità del visto e la durata del soggiorno concessa.



Scegli un paese e richiedi quanto costa il visto di ingresso sia per italiani che per stranieri